Hai presente «La pietà» di Michelangelo? Credo proprio di sì, in quanto è tra le maggiori opere che una mente occidentale abbia mai prodotto.

Ecco, io credo che il destino de «La pietà» di Michelangelo sarebbe stato ben diverso se si fosse chiamata «Una Vergine Maria vestita che guarda con disperazione un Cristo morto e nudo che tiene tra le braccia»

Astraendo il concetto, credo che il destino di un’opera d’arte sia segnato nel momento in cui l’autore confonde il «nome» dell’opera stessa con la sua «descrizione».

Ed è per questo che mi incazzo arrabbio come un serpente quando prendo in mano i menù dei miei clienti e ci trovo scritto:

  • Ravioli di gamberi e seppie con il loro sughetto e verdure miste dell’orto
  • Cotoletta di maiale con purè di patate e verza all’aceto balsamico
  • Mousse di cioccolato fondente con salsa al passion fruit

E via discorrendo.

Insomma, mi incazzo arrabbio come un serpente quando confondi il «nome» delle tue opere d’arte con le loro «descrizioni».

Perché sì, ogni piatto che inserisci sul tuo menù dovrebbe essere visto — innanzitutto da te, che sei il suo creatore — come un’opera d’arte, inimitabile, senza tempo e destinata a durare in eterno tra le pagine del tuo menù.

E se non ne riconosci il valore artistico tu, come potrebbero riconoscerlo i tuoi clienti?

Se non dai un nome a TUTTI i tuoi piatti, stai compiendo un grave errore.

PERCHÉ NE STAI SEGNANDO IL DESTINO.

Ed è un destino infausto.

Stai infatti tagliando loro le gambe, spegnendo sul nascere ogni possibile scintilla di PR, passaparola e memorabilità…

…Amica ristoratrice o amico ristoratore, ogni opera d’arte che si rispetti, e che ha fatto la storia dell’arte, ha prima di ogni altra cosa un NOME.

Allo stesso modo, ogni piatto che inserisci sul menù, se vuoi che faccia la TUA storia e — perché no — quella della cucina più in generale, DEVE avere un nome.

DEVE.

Il nome di un piatto è un elemento così importante che ho deciso di dedicarvi un intero paragrafo nel mio libro Brucia il tuo Menù che, se non hai ancora acquistato, devi prendere immediatamente. Lo puoi trovare cliccando qui.

In quel paragrafo troverai TRE metodologie testate e funzionanti per dare un nome ai tuoi piatti, rendendoli delle incredibili armi per scatenare un passaparola globale senza precedenti. Ti stupirai della potenza di questi piccoli stratagemmi.

Buon lavoro.

Stay Naming

L

Pin It on Pinterest