Mi chiedono:

Lorenzo, tutto splendido il discorso del Metodo MENUENGINE, ma io sono in fase di startup.
Non ho ancora un ristorante, lo sto aprendo, q
uindi non ho dati storici.
Posso ingegnerizzare il menù lo stesso?

Se anche tu ti stai ponendo la stessa domanda, ho quattro risposte per te: una breve, una disinteressata, una giusta e una lunga.

La risposta breve è «Sì.»

Quella disinteressata è «Sì, per il tuo bene e per quello del tuo prossimo ristorante, sì.»

La risposta giusta è «Sì, anzi, è meglio intervenire PRIMA rispetto all’intervenire DOPO.» (Meglio prevenire che curare, lo dicevano i saggi, no?)

Quindi, se ti fidi, direi che la tua lettura si conclude qui 🙂 Ti tocca andare qui sopra e prenotare la tua consulenza immediatamente.

La risposta lunga invece è qui sotto.

Innanzitutto.

COSA CAMBIA TRA UN’ATTIVITÀ GIÀ AVVIATA E UNA STARTUP?

 

Le differenze tra un’attività già avviata e una startup sono ovviamente tante, in particolar modo la capienza del portafoglio di chi ne è a capo 😀

Scherzi a parte, qui parliamo di ingegnerizzazione del menù e, a quel livello, cambia poco. Te lo mostro con un esempio.

Come mostrato nei dettagli all’interno di Brucia il tuo Menù, il Metodo MENUENGINE si compone di quattro passaggi:

L’unica fase che cambierebbe nell’ingegnerizzazione di un menù relativo ad un’attività già avviata rispetto ad una startup è la prima, quella di raccolta dati.

Negli altri passaggi, i meccanismi sarebbero esattamente gli stessi.

E qui, di norma, mi si fa sempre notare:

Appunto Lorenzo, io non avendo ancora aperto il ristorante, dati NON ne ho!

Ma, in realtà…

NON È CHE NON HAI DATI, È CHE NON LI HAI (ANCORA) CALCOLATI!

 

Non è vero che non hai dati a disposizione. È che probabilmente non hai capito quali dati puoi calcolare, e quindi non li hai ancora calcolati.

Questo è un pregiudizio molto diffuso. Si pensa che a «bocce ferme» non si possa entrare in possesso di dati rilevanti per il controllo del proprio locale.

Invece, ciò che sfugge a molti imprenditori nella ristorazione, è che anche in fase di preapertura si possono avere a disposizione diversi dati, molti dei quali critici, indispensabili, importantissimi per il proseguo dell’attività stessa.

Ad esempio, come ormai saprai, per applicare ad un’attività già avviata il Metodo MENUENGINE servono quattro dati:

1. Il Food Cost di ogni piatto.
2. Il Food Price di ogni piatto.
3. I dati di vendita di ogni piatto.
4. I tempi di preparazione e servizio di ogni piatto.

In fase di startup non è possibile avere l’unico dato in cui la storicità è un requisito fondamentale. Cioè:

3. I dati di vendita.

Il resto lo potresti avere. Pensaci:

1. Il Food Cost di ogni piatto.
2. Il Food Price di ogni piatto.
4. E i tempi di preparazione e servizio di ogni piatto.

Sono tutti dati che puoi calcolare, indipendentemente dalla storicità del tuo locale. Una volta stabilita una ricetta, puoi calcolarne il Food Cost, quindi il prezzo di vendita, e puoi calcolare il tempo necessario per prepararla e servirla.

Ho scritto potresti, ma avrei dovuto scrivere DEVI.

Perché pensare di aprire un ristorante nel 2017 SENZA aver calcolato i Food Cost, senza aver calcolato un pricing scientifico e senza aver idea del tempo di preparazione e servizio dei tuoi piatti equivale ad un suicidio commerciale.

Se sei in quella situazione, sorella o fratello, fidati di un pazzo che scrive su un blog: lascia perdere.

Dico davvero, fai altro.

Comunque, il Food Cost, il Food Price e i tempi di preparazione e servizio sono dati che NON dipendono dalla storicità per essere calcolati, e quindi basta semplicemente… calcolarli.

E puoi credermi, sarà uno dei migliori investimenti che puoi fare per la tua attività in questa fase.

Una volta calcolato queste tre variabili, potrai applicare il Metodo MENUENGINE perfettamente.

Il resto dei passaggi successivi al primo (Raccolta Dati) sarà pressoché identico. Dovremo tenere conto, durante la sua implementazione, di una variabile (i dati di vendita in questo caso) in meno.

L’analisi effettuata in questo modo sarà meno accurata?

No.

Sarà semplicemente diversa.

Esattamente com’è diverso un business plan fatto per un’attività in partenza e per un’attività già avviata.

Il documento da redigere è simile, ma è lo scopo del documento ad essere differente.

TRA UNA STARTUP E UN’ATTIVITÀ GIÀ AVVIATA CAMBIA LO SCOPO CON CUI SI INGEGNERIZZA.

 

Infatti, il Metodo MENUENGINE, quando si applica ad un’attività con uno storico, ha lo scopo di controllare, evidenziare le criticità, risolverle e, immediatamente dopo, impostare un sistema di vendita corretto e profittevole.

Invece, il Metodo MENUENGINE applicato in fase di progettazione di un nuovo locale oppure in fase di startup ha lo scopo di impostare da subito un sistema di vendita corretto e profittevole.

Il risultato, in entrambi i casi, sarà:

  • Un maggiore controllo di cosa si vende, e a che prezzo lo si vende!
  • Una semplificazione del lavoro in cucina (sia nella preparazione della linea che durante il servizio) e in sala;
  • Un menù professionale, con un design coerente e differenziante.
  • Un ospite mediamente più soddisfatto — perché non soggetto a Paralisi da Opzioni — e quindi più alto-spendente;

Se sei pronto a fare quest’avventura, se vuoi usufruire dei nostri servizi, per avere anche nel tuo ristorante un menù ingegnerizzato in grado di aumentare i tuoi guadagni fino al 25% in più, anche in fase di startup, puoi cliccare qui e leggere la pagina.

Buon lavoro.

Stay yes, it works also with startup

L

Pin It on Pinterest